Dolci di Carnevale

Bugnes Integrali

 

le bugnes.jpg

Si lo so l’unione di due termini come integrale e fritto non vanno per niente d’accordo. Partiamo dall’inizio, innanzi tutto non so quanti di voi conoscano le “Bugne”, sono frittelle di origine lionese, dalle forma a rombo o a cravatta, aromatizzate con il  rum o ai fiori d’arancio ed in fine spolverizzate con zucchero a velo, definite il dolce tipico francese  nel periodo di carnevale.

Vengono ricordate anche come le antenate delle nostre chiacchiere, anch’esse vengono realizzati con farina, burro, uova ma la nota che li differenzia e l’utilizzo del lievito di birra anziché l’utilizzo del classico lievito per dolce, costringendole così ad una lunga lievitazione  (circa 12 ore) che concluderà la sua corsa in olio d’ arachidi bollente.

Confesso che prima di pubblicare questa ricetta ho più volte, cambiando dosi e componenti, cercando di trovare la combinazione giusta per ottenere un buon risultato effettuando la cottura  al forno, senza nessun risultato soddisfacente, ho allora deciso di arrendermi a quella che è la sua cottura originale…. la frittura.

Solitamente evito come la peste la frittura per due motivi, il primo è una questione salutistica, il secondo …..odio terribilmente la puzza di frittura ….ma quando ne ho assaggiata una ….. e inutile a volte bisogna farsi del male . E allora non posso che consigliarvi di legare i capelli , aprire le porte e riscaldare l’olio come si dice dalle mie parti….la frittura è” la loro morte “.

Buon lavoro

Ingredienti:

150 di Farina Integrale Bi     o

100 gr di Farina Manitoba

30 gr di Zucchero di Canna

75 gr di burro morbido

1 uova

5 gr di lievito di birra disidratato

15 ml di rum ( io ho messo liquore alla cannella)

20ml di latte di soia

un pizzico di sale

zucchero a velo q.b.

olio per friggere

Procedimento:

Sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido con un cucchiaino di zucchero e lasciatelo attivare. Mescolate le farine con lo zucchero aggiungete il lievito il burro a pezzetti e amalgamate poi il sale l’uovo l’aroma, mescolate il tutto con l’aiuto di una planetaria o a mano. L’impasto potrebbe risultare un po’ appiccicoso, non preoccupatevi, versate ora l’impasto su un piano infarinato e lavoratelo con le mani per un paio di minuti, finché non otterrete un impasto morbido e non appiccicoso. Mettetelo in una ciotola ricoperto con la pellicola e fatelo lievitare un oretta o fin che non raddoppia di volume , poi mettetelo in frigo per due ore circa.

bugnea1

Tirate l’impasto fuori dal frigo , stendetelo formando un rettangolo di circa 3mm e ricavatene le forme che più volete, io ho optato per la forma a rombo praticando un taglio al centro.

fate lievitare a temperatura ambiente per un’ altro 1 un ora 1/2. Portate l’olio a 175° e friggetene un po’ alla volta per qualche minuti per lato , fate raffreddare e spolverizzate con lo zucchero a velo .

Ciao sono Daniela, moglie e mamma quasi a tempo pieno. Amo i dolci, soprattutto i prodotti da forno, semplici, dai profumi inebrianti, senza troppe pretese. Un semplice biscotto può rendere la vita migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.