charlotte con granella di pistacchio
Torte

Charlotte alla Vaniglia e Pistacchio

Questa charlotte alla vaniglia e pistacchio, l’ho voluta preparare per il compleanno di mia madre.

Avevo voglia di regalarle un dolce carino e diverso dalla solita torta di compleanno. Ho pensato così ad un dolce francese come la charlotte.

Solitamente questo dolce si prepara con un ripieno di crema bavarese alla vaniglia, frutta fresca e panna. Il tutto racchiuso da un giro di savoiardi.

L’origine della charlotte, sembra che risalga ai tempi di Giorgio III re d’Inghilterra. Venne preparata per la prima volta proprio per la moglie del re, la regina Charlotte, dalla quale il dolce prese il nome.

charlotte con giro di savoiardi

La prima versione di questo dolce, venne realizzato con l’utilizzo di pane raffermo, ripieno di una purea di mele e cotto in forno. Si deve al grande pasticcere francese Careme, la versione in cui vengono utilizzati dei biscotti spugnosi, in sostituzione del pane.

Oggi esistono diverse versioni di charlotte, solitamente realizzate con frutta di stagione o con cioccolato. Anche le creme all’interno variano, bavarese, mascarpone, con gelato o crema chantilly.

Io ho deciso di realizzare una versione della charlotte con crema chantilly alla vaniglia e pistacchio.  Il tutto racchiuso da un giro di savoiardi, che solitamente realizzo io, ma questa volta li ho acquistati già pronti.

charlotte ripiena vaniglia e pistacchio

Charlotte Vaniglia e Pistacchio

Un dolce  di origine francese preparato solitamente con un  ripieno di  una crema bavarese alla vaniglia e  frutta fresca come fragole o frutti di bosco,  decorata con panna e racchiuso il tutto da un giro di  savoiardi.

Piatto Semifreddi
Cucina Francese
Keyword charlotte
Preparazione 30 minuti
Cottura 30 minuti
Riposo 6 ore 30 minuti
Tempo totale 7 ore 30 minuti
Porzioni 10 persone
Daniela Pennisi

Ingredienti

Ingredienti:

  • 250 g di Savoiardi

Per il Pan di Spagna

  • 4 uova
  • 100 g zucchero
  • 90 g di farina 00
  • 1/2 baccello di vaniglia

Per la crema chantily:

  • 1 lt di latte
  • 8 tuorli
  • 200 g di zucchero
  • 40 g di amido di mais
  • 40  g di amido di riso
  • 1 stecca di vaniglia
  • 500 g di panna
  • 8 g di gelatina
  • 200 g di crema di pistacchio
  • 160 g di pistacchio sgusciato e tritato

per la bagna:

  • 100 g di acqua
  • 100 g di zucchero
  • 50 ml di Liquore  io ho utilizzato il maraschino

Istruzioni

Pan di Spagna:

  1. Montate le uova con lo zucchero e i semi di vaniglia finché la massa non prenderò volume, diventando bianca e spumosa. Aggiungete la farina setacciata, lavorandola con una spatola dal basso verso l'alto. Versate il tutto in una teglia da 24 d con il fondo foderato con carta forno e il laterali imburrati ed infarinati, infornate a 180° per circa 20/25 minuti , farà sempre fede la prova stecchino. Sfornate e fate raffreddare su una gratella.

Bagna:

  1. Versate l'acqua e lo zucchero in un pentolino e mettete sui fornelli a fuoco dolce, non appena lo zucchero si sarà sciolto formando uno sciroppo spegnete, aggiungete il liquore mescolate e fate raffreddare completamente.

Crema chantily:

  1. Mettete in ammollo in acqua fredda la gelatina. Schiacciate la bacca di vaniglia con il dorso del coltello, incidetela e prelevate i semi.  Mettete il latte a scaldare con la bacca di vaniglia,  in una ciotola lavorate con una frusta i tuorli con i semi di vaniglia e lo zucchero, finché non diventa bianco e spumoso. Aggiungete gli amidi ben setacciati e mescolate senza lavorare troppo l'impasto.

  2. Eliminate il baccello di vaniglia dal latte caldo e versatene prima una piccola quantità  nel composto di uova e farina, mescolando bene. Aggiungete il restante latte, amalgamate bene il tutto in modo che si sciolga lo zucchero, rimettete sul fuoco e continuando a mescolare. Quando si formeranno le prime bolle e la crema inizierà ad assumere un aspetto più sostenuto, spegnete il fuoco ed aggiungete la gelatina strizzata, ( solitamente la chantily non contiene gelatina, ne ho aggiunta io una piccola quantità per dare un po più di sostegno alla crema visto che ho messo meno amidi) mescolate finché non sarà sciolta e versate il tutto in un recipiente, coprite con pellicola a contatto, lasciate raffreddare a temperatura ambiente.

  3. Quando la crema sara a temperatura dividetela a metà, montate 250 gr di panna ed incorporatela in una parte di crema con una spatola dal basso verso l'alto in modo che non si smonti. Aggiungete alla restante crema  il pistacchio tritato ( lasciandone da parte un pò per la decorazione finale) e la crema di pistacchio amalgamate bene ed incorporate la restante panna montata sempre con una spatola dal basso verso l'alto. Coprite le creme con pellicola a contatto e lasciatele riposare una mezz'oretta in frigo prima dell'utilizzo .

Assemblaggio:

  1. Procuratevi un anello da torta o una teglia apribile da 26d. dividete il pan di spagna in due, sistemate il primo strato sul fondo e attorno il giro di savoiardi, inzuppate la base con la bagna e versate la crema di pistacchio , lasciandone un po da parte per il decoro finale. Coprite con il secondo strato di pan di spagna, inzuppate con la bagna, versate la crema alla vaniglia , lasciandone un po per il decoro finale. Decorate la superficie del dolce come meglio vi aggrada e spolverizzate con il pistacchio tritato rimasto. Lasciate riposare in frigo  6 ore prima di servire.

Ciao sono Daniela, moglie e mamma quasi a tempo pieno. Amo i dolci, soprattutto i prodotti da forno, semplici, dai profumi inebrianti, senza troppe pretese. Un semplice biscotto può rendere la vita migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.