Iris salato con crema di carciofi e coniglio allo zafferano

iris salati con crema di carciofi

Oggi voglio proporvi una ricetta siciliana completamente rivisitata, l‘iris salato, nato da un gemellaggio siculo/veneto in occasione della terza edizione del Talent For Food.

In occasione di questo contest in cui era richiesto una ricetta ispirata alle proprie tradizioni locali, ma con prodotti veneti , ho voluto proporre un’iris salato con crema di carciofi e coniglio allo zafferano.

Il Talent For Food e il mio Iris Salato.

Per chi non lo conoscesse, si tratta del primo food- contest nato in Italia per promuovere le eccellenze della filiera agroalimentare del Veneto.

Un’iniziativa è promossa dall’Assindustria Venetocentro – Imprenditori Padova Treviso, con la collaborazione dell’Aifb e della Dieffe, accademia delle professioni.

L’obbiettivo, è proprio quello di far conoscere attraverso noi food blogger, un territorio ricco di aziende produttrici e trasformatrici di alimentari, distillati/liquori e vinicoli, della provincia di Padova e Treviso.

Ad ognuno di noi, ben 40 food blogger, è stata inviata una mistery box contenete 18 prodotti veneti, con il compito di selezionare almeno 5 prodotti e realizzare 1 o 2  ricette ispirate alle nostre tradizioni.

Per la proposta salata, era richiesto inoltre l’utilizzo  di un’animale della corte veneta ( come pollo, coniglio, stoccafisso ecc..) . Per la ricetta dolce oltre a i 5 prodotti della box, anche l’utilizzo delle uova.

Un’ esperienza, che oltre a permettermi di mettermi in gioco, mi regala per il secondo anno di fila il ruolo di testimonial di alcune aziende del Veneto.

Iris salati con crema di carciofi in ciotola

L’anno scorso per la mia prima esperienza ho voluto modo di iniziare a conoscere e provare alcune delle aziende che fanno parte dell’Assindustria Venetocentro, realizzando con i loro prodotti due ricette inedite.

La proposta salata prevedeva panini al farro con cipolla e chips di polenta”, per la proposta dolce ho voluto realizzare un dolce al cucchiaio crema di riso con crumble al caffè”.

Anche oggi come per l’edizione precedente, la realizzazione di queste ricette mi ha creato, nonostante il confort delle mura di casa, un po’ di ansia.

Che dite, dipende dall’evidente competizione con altre 39 grandi food blogger? O dalla responsabilità di rendere onore a dei prodotti che mi sono stati affidati dai loro produttori?

Io direi entrambi.

Perché l’ Iris salato?

Sono sicura che, qualche siciliano si stara chiedendo “…ma perché un’ iris salato? Perché stravolgere una ricetta consolidata già nel tempo? Sarà pure una ricetta ipercalorica, ma è buonissima così.”

Ed avete sicuramente ragione.

iris salati con crema di carciofi su tagliere

Ma ci è stato chiesto di prendere spunto dalle nostre tradizioni culinarie e di provare ad andare oltre. Volendo realizzare una ricetta salata legata allo street food siciliano, sicuramente sarebbe stato più semplice ispirarsi ad un arancino, una cipollina o ad una qualsiasi ricetta della rosticceria siciliana.

Ma ho voluto osare un po’ di più, ed uscire da quelli che per me sono dei paletti da non superare.

Quindi rivisitare una tradizionale ricetta dolce come l’iris e proporne un’alternativa salta.

Se ci sono riuscita? Questo lo dovreste dire voi provando la ricetta.

Quello che vi posso garantire, e che ho cerato di mantenere le caratteristiche principali dell’iris tradizionale, un cuore morbido avvolto da un guscio croccante e soprattutto, fritto.

Per il resto la procedura e le tempistiche sono quasi invariate.

Vi consiglio di preparare i panini e il ripieno il giorno prima, per poi passare alla farcitura e alla frittura qualche ora prima di servirle.

Le proporzioni sono sicuramente ridotte rispetto all’iris tradizionale. L’intento era quello di realizzare dei piccoli bocconcini  da mangiare comodamente per strada, sena il rischio di sporcarsi. Perché diciamola tutta, quando si mangia un tipico iris catanese al cioccolato, è altamente consigliato mettersi comodi 🙂 .

Iris salato con crema di carciofi tagliato

La mia Box per gli iris salati.

Se vi state chiedendo quali prodotti alla fine ho scelto dalla mistery box per realizzare i miei iris salati con crema di carciofi e coniglio allo zafferano eccoli qui, con le loro magnifiche caratteristiche.

Farina 00 100% grano Italiano in Brick

La farina 00 del Molino Rossetto è 100% di grano tenero italiano, accuratamente selezionato. Ottima per la produzione di dolci da forno, crostate e paste fresche.

La farina bio di grano duro Senatore Cappelli.

Una qualità di farina molto antica 100% biologica e 100% italiana, ottenuta dalla molitura fine del grano Senatore Cappelli coltivato nelle oasi Rachello, all’interno delle colline toscane. In un territorio dove viene praticata l’agricoltura sostenibile controllata da esperti agronomi, seguendo un rigido disciplinare di coltivazione. Un progetto a filiera corta che ne certifica la tranciabilità e la qualità del prodotto.

Ottenendo così una farina dall’alto contenuto proteico, digeribile e dal gusto corposo, con sentori di cannella e camomilla.  Le sue caratteristiche e la sua macinazione fine la rende molto versatile, adatta per ottenere pane e pasta di altissima qualità e nono solo, ottima anche per dolci e lievitati vari.

Pasta madre di farro essiccata con lievito biologico.

La pasta madre di farro con lievito biologico, dell’azienda Ruggeri, nasce dall’accurata selezione di paste acide biologiche. Sviluppa timbri aromatici unici ed inconfondibili, come quello della pasta acida di farro, in grado di esaltare il sapore e il profumo dei lievitati. Questa particolare pasta madre dona un’ottima fragranza al prodotto finito e un’alveolatura fine e regolare al pane appena sfornato.

Crema di Carciofi.

La crema di carciofi dell’azienda Serbosco, solida, cremosa si presta facilmente a svariati utilizzi.

Ideale per i primi piatti o come ripieno per la pasta fresca, e ottima anche per bruschette, pizze, tartine o per guarnire e decorare i secondi piatti. Inoltre dal 2016 la crema di carciofi insieme ad altre creme dell’azienda Serbosco, sono entrate nel prontuario dell’AIC, come prodotto consigliato senza glutine.

Zafferano polvere 1° scelta.

Prodotto in Iran per l’azienda Italdroghe, i pistilli del fiore vengono selezionati a mano. Per la macina sono stati scelti quelli di colore rosso uniforme, per poi essere macinati a freddo per perseverare l’aroma. Tra le sue qualità troviamo il potassio, magnesio e calcio ma anche ricco di selenio e ferro. Viene utilizzato sia per colorare le pietanze che per sfruttare il suo aroma caratteristico.

Olio di girasole altoleico biologico

L’olio di girasole bio dell’azienda Agricola Grains è un olio perfetto per i prodotti da forno perché non irrancidisce. Ottimo anche per la frittura grazie alle performances in cottura o crudo per condire in leggerezza.

Brodo Well biologico carne concentrato.

Un brodo biologico 100% naturale, senza glutine e senza lattosio quello dell’azienda Well. Si presenta in forma concentrata è fatto di succhi ed estratti naturali, ideale per preparare a freddo o a caldo un brodo istantaneo dal profilo aromatico tutto naturale. Ideale per risotti, zuppe sughi, salse…La sua struttura cremosa ed avvolgente li rende speciali per secondi piatti e contorni in padella, al forno e in marinatura.

iris salati con crema di carciofi con prodotti

 

Iris salato con crema di carciofi e coniglio allo zafferano

Piatto Street Food
Cucina Siciliana
Keyword IRIS SALATI
Preparazione 1 ora 30 minuti
Cottura 25 minuti
Lievitazione 4 ore
Tempo totale 5 ore 55 minuti
Porzioni 25 PEZZI
Daniela Pennisi

Ingredienti

Panini Semi dolci ( per circa 25 panini da 30g)

  • 200 g di Farina 00 Molino Rossetto
  • 200 g di Farina di grano duro Molino Rachello
  • 5 g di Pasta Madre di Farro essiccata Ruggeri
  • 130 ml di latte leggermente tiepido
  • 130 ml di Acqua a temperatura ambiente
  • 40 g di Zucchero Semolato
  • 75 g di Olio di Girasole Biologico Agricola Grains

Coniglio allo Zafferano

  • 150 g di Coniglio disossato e pulito
  • 1 Spicchio di Aglio
  • ½ Cipolla Bianca
  • bicchiere di Vino Bianco
  • 100 ml acqua molto calda
  • ½ porzione di Brodo Biologico Well alimentari
  • ½ bustina di Zafferano in polvere Italdroghe
  • q.b Olio di Girasole Agricola Grains
  • q.b Sale e Pepe
  • 400 g Crema di Carciofi Serbosco

Pastella

  • 100 g Farina 00 Molino Rossetto
  • q.b. Acqua temperatura ambiente
  • q.b. Mollica per pane
  • q.b Olio di Girasole Agricola Grains

Istruzioni

Panini Semi Dolci

  1. Mescolate le farine e il lievito, setacciatele e versatele nella planetaria. Aggiungete il latte leggermente tiepido, l’acqua e lo zucchero. Iniziate ad amalgamare con il gancio a velocità 1 per un minuto.
    Aggiungete l’olio di girasole e il sale e riattivate l’impastatrice a velocità 2 per 10 minuti. Finché l’impasto non sarà liscio, omogeneo e leggermente appiccicoso. Coprite con pellicola e lasciate lievitare per circa tre ore o fino al raddoppio.

  2. Trascorso il tempo, lavorare l’impasto con qualche giro di pieghe, e lasciatelo riposare altri 10 minuti coperto.

  3. Quindi formate delle palline di circa 30/35 g ciascuna e disponetele su una teglia ricoperta con carta forno, distanziate tra di loro. Dovreste ottenere circa 30 panini piccoli.

    Copritele con pellicola e fateli lievitare ancora per un' ora.

  4. Spennellate con del latte e infornate a 180°C per 15 minuti circa, sfornate e fateli raffreddare.

Coniglio allo zafferano

  1. Pulite e tagliate a cubetti piccoli il coniglio.

  2. Tritate l'aglio e la cipolla molto finemente e rosolateli con un po di olio. Aggiungete il coniglio a cubetti e continuate a rosolare ancora qualche minuto e sfumate con il vino bianco.

  3. Sciogliete metà concentrato di brodo con lo zafferano nell'acqua calda, creando così il brodo per la cottura.

  4. Quando il vino sarà evaporato, aggiungete il brodo , amalgamate e fate cuocere per circa 20/25 minuti. Aggiustate di sale e pepe e quando il brodo si sarà quasi tutto asciugato, spegnete e mettete da parte. Fate raffreddare.

Pastella

  1. Versate la farina setacciata in un recipiente ed aggiungete l'acqua piano piano e mescolando di continuo per evitare la formazione di grumi.

    Dovrete ottenere una consistenza simile a quella di uno yogurt.

Assemblaggio Iris Salato

  1. Con un coltello punta, ricavate dal fondo dei panini dei piccoli cerchi, metteteli da parte ,fungeranno da tappo di chiusura quando i panini saranno riempiti.

    Molto delicatamente eliminate una buona parte della mollica all'interno dei panini, stando attenti a non romperli.

  2. Riempite ogni panino con un po di crema di carciofi, un po di coniglio e un'altro po di crema. chiudete con il tappo.

  3. Passate ogni panino farcito nella pastella e poi nella mollica. Immergeteli nell'olio di girasole ben caldo ( circa 170°) per qualche minuto fin quando la panatura non avrà assunto un colore ben dorato. Rigirandoli spesso per ottenere una cottura uniforme.

    Lasciateli sgocciolare in carta assorbente e serviteli, sono ottimi anche a temperatura ambiente.

Note

  • L'azienda Ruggeri produttrice della pasta madre  di farro essiccata, consiglia di utilizzare il 20 % di lievito sul quantitativo della farina. Anche con un quantitativo minimo , come quello della ricetta, 5 g, allungando i temi di lievitazione ho ottenuto ottimi risultati.
  • Il processo più lungo di questa ricetta è svuotare i panini dalla mollica e farcirli, (io ho impiegato 1 ora) essendo piccoli richiedono più attenzione per evitare che si possano rompere. Potete ovviare a questo problema preparando e farcendo gli iris anche il giorno prima.

 

Condividere
Scritto da Daniela Pennisi
Ciao sono Daniela, moglie e mamma quasi a tempo pieno. Amo i dolci, soprattutto i prodotti da forno, semplici, dai profumi inebrianti, senza troppe pretese. Un semplice biscotto può rendere la vita migliore.