Minne di Sant’Agata, tradizione e cultura.

In dialetto le chiamiamo Minnuzze ri Sant’Ajita (Minne di Sant’Agata) un nome che all’origine scatenò non poco clamore.  Si tratta di un dolce siciliano realizzato nel catanese in onore dei festeggiamenti della santa padrona Agata, svolti ogni 5 febbraio.

Un dolce, una piccola semisfera ricca di bontà, che ha pero alle sue spalle un racconto tutt’altro che piacevole.

La storia racconta il martirio di Agata, una giovane cristiana, che per aver rifiutato la corte del proconsole romano Quinziano gli venne amputato il seno, simbolo

della sua femminilità.

Ecco perché la troviamo spesso rappresentata nei dipinti con i seni strappati e poggiati su un vassoio. Oggi Sant’ Agata è anche considerata la protettrice delle donne che subiscono violenza e dei tumori al seno.

 

 

Queste piccole cassate siciliane dalla forma semisferica ricordano proprio dei piccoli seni, le minne di sant’Agata. Composte da una base di pan di spagna imbevuto di rosolio, un ripieno di ricotta con gocce di cioccolato e canditi. Avvolti in un guscio di pasta di mandorla sono infine ricoperti da glassa bianca con in cima una ciliegia candita.

Insieme alle olivette vengono realizzate proprio in onore dei festeggiamenti della Santa patrona di Catania.

La loro preparazione è veramente semplice, è pero necessario, prima della consumazione un tempo di riposo lungo in modo che la glassa superiore si asciughi bene.

Per ottenere la forma necessaria se non siete in possesso della formina apposita non preoccupatevi, anche semplicemente una ciotolina dalla forma leggermente sferica può andare bene.

Detto ciò, confesso che anche se sono siciliana non avevo mai provato questo dolce. Semplicemente per principio, perché solitamente non la gradisco la ricotta nei dolci. Per mia fortuna e con mia grande sorpresa mi sono dovuta ricredere per l’ennesima volta.

Se provi questa ricetta fammi sapere cosa ne pensi giù nei commenti.

Minne di Sant'Agata

Le Minne di Sant'Agata sono piccole cassate siciliane dalla forma semisferica con un ripieno di ricotta e gocce di cioccolato, avvolti in un guscio di pasta di mandorla e ricoperti con una glassa bianca

Piatto Dolci al cucchiaio
Cucina Siciliana
Preparazione 40 minuti
Cottura 30 minuti
Riposo In Frigo 2 ore
Tempo totale 1 ora 10 minuti
Porzioni 2 persone
Daniela Pennisi

Ingredienti

Pan Di Spagna

  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 30 g di Farina 00
  • 30 g di Zucchero
  • Scorza di un'arancia
  • un pizzico di sale

Pasta di Reale

  • 100 g di Farina di Mandorle
  • 10 g di Zucchero Semolato
  • 25 g di acqua
  • 2 gocce di Colorante alimentare verde

Per il Ripieno di Ricotta

  • 150 g di Ricotta di pecora
  • 40 g di zucchero
  • 30 g di Gocce di Cioccolato
  • 15 g di Canditi
  • 2 gocce di Aroma di rum o grappa (questa è una mia aggiunta)

Per Decorare

  • 20 g di Albumi
  • 110 g di Zucchero a Velo
  • 2 g di Succo di Limone
  • 2 pz ciliegie candite
  • q.b. Zucchero a velo

Per la Bagna

  • 50 ml di Rosolio

Istruzioni

Per il Pan di Spagna

  1. Montare l'uovo, il tuorlo e lo zucchero, fin quanto non diventa gonfio e spumoso. aggiungere un pizzico di sale, la scorza d'arancia e la farina setacciata.

    Mescolare delicatamente dal basso verso l'alto. Versare su una teglia foderata con carta forno ed infornare a 180° per 15/20 minuti. Estraete e fate raffreddare su di una griglia.

Pasta Reale

  1. Versate in un pentolino l'acqua e lo zucchero, portate ad ebollizione ( deve raggiungere i 121°). Spegnete il fuoco e versate il colorante verde sciolto in due gocce d'acqua la farina di mandorle.

     Mescolate bene fin quando l'impasto non è diventato compatto e liscio e dal colore uniforme. 

    Versate su un piano in marmo e fate raffreddare. Spolverizzate il ripiano con dello zucchero a velo in  modo che non si attacchi e lavorate con le mani la pasta reale finché non diventa più liscia. Stendetela , uno spessore di circa 3mm e con l'aiuto di un coppapasta ritagliate dei dischi leggermente più grandi della forma del vostro stampo.  

Ripieno di ricotta

  1. Fate sgocciolare la ricotta in modo da eliminare tutto il siero e setacciatela con un colino a maglia stretta .

    Incorporate lo zucchero, le gocce di cioccolato i canditi e se preferite due gocce di rum o di grappa mescolate bene in ad ottenere una crema morbida. Coprite con pellicola e mettete in frigo fino all'utilizzo.

Glassa bianca

  1. Montate gli albumi con il succo di limone, quando saranno quasi del tutto montati aggiungete in più volte lo zucchero a velo setacciato. Coprite con pellicola e fate riposare qualche minuto.   

Montaggio del Dolce

  1. Spolverizzate la Pasta reale con lo zucchero a velo ( questo eviterà che si attacchi alla Formina) foderate la formina scelta, riempite con la crema di ricotta. 

    Tagliate se serve la pasta reale che fuoriesce dallo stampo.

    Ritagliate dei dischi di pan di spagna leggermente più piccoli dello stampo finale, spennellateli con il rosolio e coprite il fondo dello stampo facendo una breve pressione.

    Capovolgete e sformate il dolce. Poggiatelo su di una griglia e versatevi sopra la glassa bianca, facendo si che copra tutto il dolce. Se serve sbattete leggermente  la griglia in modo da favorire la distribuzione uniforme della glassa. Posizionate  la ciliegina e fate riposare il dolce in frigo almeno due ore prima di servire.  

Condividere
Scritto da Daniela Pennisi
Ciao sono Daniela, moglie e mamma quasi a tempo pieno. Amo i dolci, soprattutto i prodotti da forno, semplici, dai profumi inebrianti, senza troppe pretese. Un semplice biscotto può rendere la vita migliore.