namelaka di satin

Tra tutte le creme che vi sono nella pasticceria, la namelaka è sicuramente tra le mie preferite. I motivi che potrei elencarvi sono tanti, ma la sola traduzione del suo nome spiega il tutto, ultra cremosa.

Nata nella pasticceria giapponese, negl’ultimi anni si è diffusa anche in Italia grazie a pasticceri importanti come Montersino o Satin, diventando un vero e proprio must.

La namelaka è una crema soffice e ariosa, un mix tra una ganache e una mousse, che si scioglie letteralmente in bocca. Composta da tre ingredienti fondamentali quali cioccolato, latte e panna fresca liquida, con l’aggiunta di un po’ di glucosio e di gelatina, ma soprattutto senza uova e farine varie.

Può essere usata con la base semplice di cioccolato o personalizzata con l’aggiunta di paste o spezie varie. Inoltre si presta per la realizzazione di tanti tipi di dolci, come semifreddi o dolci al cucchiaio. Ma è ottima anche per farcire torte, bignè, crostate…

Si prepara in 10 minuti, il suo aspetto iniziale è molto liquido, ma non deve spaventarmi. L’unica nota che potremmo definire negativa, ma in realtà neanche tanto, è il riposo di almeno 12 ore in frigo. Questo permetterà alla gelatina e al burro di cacao contenuto nel cioccolato di ristabilire l’equilibrio e la consistenza necessaria.

Vi consiglio quindi di preparala il giorno prima dell’utilizzo.

A seconda della vostra ricetta potete scegliere, dopo il riposo, se montarla o meno. La lavorazione della crema con la planetaria, contribuirà ad apportare un ulteriore ariosità alla crema, dando la corposità di una mousse a discapito della perdita di un po’ di lucidità. Ma la nota più importante e che il gusto rimarrà invariato.

La ricetta che ho provato io è quella di Maurizio Satin, uno dei miei pasticceri preferiti.

Nella tabella degli ingredienti troverete tre dosi di cioccolato diverso, a seconda del cioccolato che usate varia la quantità di quest’ultimo, per la quantità di burro di cacao contenuto all’interno.

Tutto il resto rimane invariato.

Se provate questa ricetta fatemi sapere cosa ne pensate, la vostra opinione è importante per me.

Namelaka di Maurizio Satin

Una crema ultra soffice , un mix tra una ganache e una mousse , ottima per semifreddi e per farcire torte e bignè.

Piatto Pasticceria Base
Keyword namelaka
Preparazione 15 minuti
Cottura 5 minuti
Riposo In Frigo 10 ore
Tempo totale 20 minuti
Porzioni 4 persone
Daniela Pennisi

Ingredienti

  • 510 g Cioccolato Bianco
  • 300 g di Latte
  • 15 g di glucosio eventualmente anche il miele va bene
  • 5 g di Gelatina
  • 600 g di Panna fresca
  • 530 g Cioccolato al Latte
  • 380 g Cioccolato Fondente al 70%

Istruzioni

  1. Mettete ammollo la gelatina in una ciotola con dell'acqua fredda.

    Tritate il cioccolato scelto eversatelo in un recipiente alto.

    Bollite il latte con il glucosio, ed aggiungete la gelatina ammorbidita e ben strizzata, mescolate e versate sul cioccoltao. Aspettate un minuto, in modo che il calore del latte arrivi bene al cioccolato ed emulsionate con un frullatore ad immersione, fate attenzione a non incorporare area al composto.

    Aggiungete la panna fredda ed emulsionate ancora qualche minuto.

    Coprite con pellicola a contatto e fate riposare in frigo per 10-12 ore.

    Al momento dell'utilizzo potetete utilizzarla cosi o se volete dare un po di corpo in più la potete montare in planetaria per qualche minuto. 

Share:
Written by Daniela Pennisi
Ciao sono Daniela, moglie e mamma quasi a tempo pieno. Amo i dolci, soprattutto i prodotti da forno, semplici, dai profumi inebrianti, senza troppe pretese. Un semplice biscotto può rendere la vita migliore.